CANARIE EUROPA TRAVEL

3 Avventure sul Teide, il vulcano di Tenerife

dicembre 2, 2017

Dopo quasi quattro ore di volo, quando stavo iniziando a trovare una posizione comoda per poter prendere sonno sulla mia poltrona Ryanair, il capitano annunciò che ci stavamo preparando all’atterraggio. Sbirciando fuori dal finestrino, tra l’abbagliante blu che rendeva indistinguibile il cielo dal mare, spuntò lui: il Teide, il vulcano di Tenerife.

ombra-del-teide-tenerife.jpg

Il gigante dormiente, nonchè la cima più alta di Spagna, domina tutta l’isola e la sua cima innevata si erge fin sopra le nuvole. Visitare il Teide e scalare uno dei vulcani più alti al mondo è sicuramente uno dei motivi che mi ha spinto a Tenerife.
Non siamo ancora atterrati e già il gigante addormentato ci accoglie al caldo crepuscolo canariano, rendendoci spettatori di uno spettacolo unico: la sua ombra proiettata sul mare. Cosa c’è di così incredibile? Quella del Teide è l’ombra più grande del mondo; un triangolo perfetto che dall’Oceano si estende verso l’atmosfera.

Esistono principalmente tre esperienze indimenticabili per scoprire il Parco Nazionale del Teide: mettersi alla prova con un trekking tra i sentieri del Parco Nazionale, visitare uno degli osservatori astronomici più importanti al mondo e trascorrere una notte ad alta quota, in un rifugio di montagna.

parco-nazionale-teide-escursione-teide.jpg

Per raggiungere il Parco Nazionale del Teide ho noleggiato un’auto. Salendo dalla costa, la vegetazione cambia. Le palme lasciano spazio ai pini, l’aria si fa più frizzante e la sabbia dorata della costa si perde in un deserto di terra nera. C’è un’unica strada percorribile in auto che attraversa il Parco e raggiunge in poco tempo i 2300 metri d’altezza. Percorrendo questa strada attraverso la caldera, ci si rende conto di quanto possa diversificarsi il deserto lavico e quanti colori possa assumere sotto il sole cocente di febbraio. Una delle cose che vi colpirà sicuramente sarà passare in mezzo alle nuvole per poi osservare dall’alto un infinito tappeto bianco, che si alza dai boschi di pini.

parco-nazionale-del-teide-tenerife.JPG

Trekking sul Teide, il vulcano di Tenerife

parco-del-teide-tenerife-trekking

All’interno del Parco ci sono diversi sentieri da percorrere, da quelli meno impegnativi a quelli che richiedono più forza fisica. Il più impegnativo è sicuramente la salita alla cima del Teide. Sei ore di cammino e un buon allenamento per raggiungere il punto panoramico più alto e altri 30 per raggiungere il cratere. Quest’ultimo tratto però è accessibile solo a chi ottenuto l’autorizzazione. Per richiedere l’autorizzazione occorre fare richiesta sul sito del Parco Nazionale del Teide.
Una facile alternativa è quella di salire con la Funivia del Teide, che in pochi minuti vi porta a quota 3.556m. La funivia è abbastanza costosa, oltre 50€ per le due tratte, ma se la giornata è limpida vi assicura un “volo” spettacolare.

parco nazionale del teide.JPG

Il Parco Nazionale di Tenerife comunque non comprende soltanto il vulcano del Teide ma ci sono diversi sentieri meno impegnativi per poter godere a pieno di questo paesaggio incredibile. Dopo essermi documentata sui vari sentieri del Parco, quello più spettacolare mi è sembrato quello di Los Roques De Garcia. Il sentiero parte dal parcheggio del centro visite Canada Blanca. Essendo principalmente un altopiano non richiede particolare allenamento e, se non siete attrezzati con scarponcini da trekking, anche le scarpe da ginnastica vanno bene. Il sentiero è tracciato come n. 3 ed è un percorso ad anello tra questi singolari pinnacoli di lava formati dall’eruzione del vulcano.

parco-nazionale-del-teide-sentieri.JPG
Quasi tutti i visitatori si fermano all’inizio del sentiero, dove c’è il Mirador Ilano de Ucanca. Sono pochi gli escursionisti che proseguono e che si incontrano lungo il sentiero, il che ha reso l’escursione ancora più suggestiva. Sentirsi piccola piccola nel mezzo di un canyon lavico di sconfinata ampiezza, fatto! A fare compagnia sul sentiero in compenso qualche frinquello blu del Teide.

parco nazionale del teide bird watching tenerife.JPG

Osservare le stelle sul Teide

osseratorio-teide.jpgFoto di costa-adeje.costasur.com

L’arcipelago delle Isole Canarie è uno dei luoghi migliori al mondo per osservare le stelle. Si dice essere secondo solo al cielo del Tibet.
Che questa sia una leggenda o un fatto reale, difficile saperlo, ma di fatto il Parco Nazionale del Teide, lontano dall’inquinamento luminoso delle zone urbane, è il luogo ideale per contemplare il cielo e le sue galassie.
Non c’è quindi da meravigliarsi che sull’isola ci sia uno degli osservatori astronomici più importanti al mondo. L’osservatorio, di proprietà dell’Istituto di Astrofisica delle Isole Canarie, si trova proprio all’interno del parco, a 2.400 metri sul livello del mare.
Scienziati da tutto il mondo lavorano qui. Se vi appassiona vedere con i potentissimi telescopi i crateri della luna, gli anelli di saturno, le nebulose o altri fenomeni stellari incredibili, è possibile partecipare ad una visita guidata.
Oltre alla visita guidata all’osservatorio ci sono diversi tour operator che organzizzano piccoli gruppi per osservare le stelle all’interno del Parco. La notte infatti il Teide si trasforma nel migliore anfiteatro per sedersi e dedicarsi all’osservazione delle stelle. Uno degli spettacoli più emozionanti è sicuramente la Via Lattea, più facilmente visibile in estate.

Notte su un vulcano ad alta quota: dormire in rifugio

All’interno del Parco Nazionale del Teide c’è un rustico rifugio di montagna dove è possibile trascorrere la notte. Il Rifugio di Altavista del Teide, situato a 3.260 metri di altitudine, è un posto unico al mondo. L’emozione di addormentarsi sotto le stelle di Tenerife, lontani da tutto, e svegliarsi alle luci dell’alba è sicuramente un’esperienza da sogno.

parco-nazionale-teide-dormire-rifugio.jpg

Il Rifugio di Altavista comprende tre dormitori comuni che possono accogliere fino a 50 visitatori. Le camere dono riscaldate e i letti sono dotati di lenzuola, quindi non è necessario il sacco a pelo.
La mattina è possibile svegliarsi prima dell’alba e raggiungere la vetta del Teide per godersi lo spettacolo.

Questa volta purtroppo non sono sono riuscita a organizzare una notte qui, ma è una di quelle cose che dovrò mettere in lista per un imminente ritorno! Per organizzarsi e prenotare un posto letto al Rifugio di Altavista occorre contattare o visitare il sito di VolcanoTeide.

Quando visitare Tenerife

Le Canarie sono note per il loro fantastico clima, mite e temperato tutto l’anno. Tenerife non è un’eccezione. Non c’è stagione che non sia adatta per visitare Tenerife. Noi l’abbiamo visitata in inverno, a febbraio. Crediamo che una fuga d’inverno sull’isola sia quello che ha reso questo viaggio ancora più unico. Abbiamo raccontato tutto il nostro viaggio nel post “Fuga d’Inverno a Tenerife“, vi consigliamo di leggerlo prima di partire perché ci sono tante informazioni che vi possono tornare utili.

Dove soggiornare a Tenerife

Visitando Tenerife d’inverno, noi abbiamo preferito soggiornare nel sud dell’isola, per alternare giorni di viaggio e di trekking a giornate di sole e mare nelle belle spiagge di Costa Adele, più riparate dal vento. Abbiamo trascorso una settimana meravigliosa in uno dei Resort più belli in cui sia mai stata, il Resort Bahia del Duque. Abbiamo raccontato la nostra esperienza qui.

dormire-a-tenerife-resort-bahia-del-duque

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply Martina dicembre 2, 2017 at 10:43 am

    Sembra selvaggia e affascinante allo stesso tempo. Bellissima!

    • Reply Annalisa e Francesco dicembre 5, 2017 at 8:14 pm

      Sì è un paesaggio incredibile!!

    Leave a Reply