MAROCCO Scelto per voi TRAVEL

Da Marrakech a Essaouira: 5 ragioni per visitare la perla dell’Atlantico

maggio 22, 2018

Luce accecante, vento, gabbiani e salsedine. Questa è Essaouira, la Perla dell’Atlantico. 

Se mi chiedessero di chiudere gli occhi e pensare ad un luogo nel mondo che in cui vorrei teletrasportarmi subito, questo sarebbe Essaouira, o Sawira – come la chiamano i locali.

essaouira-viaggio-in-marocco

Tanti gabbiani come a Essaouira, nella mia vita, non ne avevo ancora mai visti. Alcuni volteggiano gridando sopra le onde che si infrangono sui bastioni della città, altri se ne stanno appollaiati a osservare con sospetto i passanti.

Dopo un lungo viaggio in bus senza aria condizionata, lasciataci alle spalle la caotica Marrakech, e attraversati deserti di terra brulla e piccoli insediamenti di fortuna, che dai cartelli stradali mi sembrano avere nomi di città, arriviamo nel territorio di Essaouira.

da-marrakech-a-essaouira

Già poco prima dell’arrivo in città, si inizia a respirare un’aria diversa. È quella che arriva dall’Oceano e che sa di libertà.
I deserti di terra bruciata dal sole lasciano spazio a colline lussureggianti di vegetazione e ulivi. Su alcune piante noto alcune capre appollaiate tra i rami. Sembrano cercare l’ombra o, più probabilmente, qualche foglia più appetitosa. Ad un’occhiata più attenta infatti scopro che le migliaia di alberi che scorrono davanti ai miei occhi sono i famosi alberi di Argan, una delizia per le capre, ma anche per le donne di tutto il mondo!

da-marrakech-a-essaouira-viaggio

Quando dal bus si alza uno stridere di freni, mi accorgo che ci stiamo fermando in una piazzetta appena fuori dalle mura della città. Una folla di uomini dalla pelle raggrinzita dal sole e dalle fatiche si sta già accalcando davanti al nostro pullman. Uno di questi mi stringe per un braccio e mi chiede dove sono diretta. Cerco di spiegargli a gesti che raggiungerò la città a piedi (è l’unico modo dato che il centro città è pedonale), ma lui mi prende lo zaino dalle spalle e lo lancia nel suo carretto di legno consunto e mi fa segno di seguirlo. Non ho il coraggio di obiettare e così mi avvio a passo veloce dietro l’uomo con il carretto.

marrakech-essaouira-cosa-visitare

Se penso che, in fase di pianificazione del nostro viaggio in Marocco, stavamo per eliminare Essaouira dall’itinerario, mi viene male. In questo post vi spiego (almeno) 5 ragioni per visitare Essaouira, la perla dell’Atlantico.

1. Per le strade di Essaouira si respira un’aria particolare

Quale? Difficile da descrivere. Essaouira è un po’ Europa e un po’ Africa.

A Essaouira si respira un po’ di Grecia, con i suoi muri bianchi e porticine blu. Si respira la leggerezza che ho trovato in molte città di Tenerife, affacciate su spiagge colme di surfisti, altissime onde e altissime palme. Teiere argentate, che emanano un intenso profumo di tè alla menta, segnano il tempo sui tavolini soleggiati di qualche cafè. L’approccio della gente è rilassato. Anche passeggiare per i souk diventa un’esperienza piacevole e tranquilla, al contrario di Marrakech. Nessun venditore insiste nel venderci la sua mercanzia, piuttosto sorridono, ci lasciano osservare e, caso mai, curiosi, ci chiedono da dove veniamo.

 

marrakech-essaouira-viaggio-in-marocco

cosa-fare-a-essaouira-marocco

2. Ottimi affari per gli appassionati d’arte

Passeggiando per i muri bianchi della città, si incontrano negozi di tappeti, di artigianato locale, ma soprattutto di atelier d’artisti. Essaouira infatti è anche la città degli artisti, dell’arte e della pittura.

Essaouira-città-degli-artisti-marocco

 

C’è chi dipinge i volti delle donne del Marocco, chi le onde dell’Oceano, chi le case e i tetti della città, ma potrete notare che lo stesso stile accomuna tutti questi artisti. Non è solo l’amore per il Marocco, ma da qualche decennio a Essaouira si è sviluppata una scuola di artisti che ha anche una certa risonanza internazionale e che ha un’impronta stilistica collocabile tra l’arte naïf e il graffittismo alla Basquiat.

3. Il Porto Antico di Essaouira e il Mercato del Pesce

Essaouira porta ancora con sé l’anima commerciale sviluppatasi nel Medio Evo, quando i portoghesi ne fecero una importante base commerciale. Se è difficile crederlo passeggiando per l’assonnata medina, che crogiola sotto il sole cocente, fatevi strada sotto il volo dei gabbiani, superate i bastioni della città e arrivate al porto antico.

visitare-essaouira-marocco

 

La cosa che salta all’occhio è la distesa di migliaia di piccole barche blu in legno, consumate dal sole e dalla salsedine. Molte rientrano al porto colme di pesce dopo le battute di pesca della notte. Il porto è un gran vociare. C’è chi scarica le casse di pesce appena pescato, chi srotola le reti, chi vende e chi acquista, in un mercato semplice e, a suo modo, ordinato. I banchi del pesce sono disposti sulla banchina principale. Siamo circondati anche da gabbiani e gatti randagi (più belli e grassi rispetto a quelli che girano per la medina di Marrakech). Fanno a gara per arraffarsi le interiora dei pesci, che vengono sfilettati davanti ai nostri occhi. itinerario-marocco-essaouira

4. Assistere al Tramonto sui Bastioni di Essaouira

Una delle caratteristiche di Essaouira sono le mura, i bastioni in ocre rossa che abbracciano la città, dividendola dall’Oceano blu. I bastioni sono talmente suggestivi che la città è stata set di diversi film, tra cui Game of Thrones.

essaouira-viaggio-game-of-thrones

La sera, con le luci del tramonto, la pietra delle mura pare dorata ed è forse il momento più magico per restare ad osservare l’orizzonte su Essaouira (ecco una ragione per restare almeno una notte in città).

notte-a-essaouira-tramonto

5. Iniziare la giornata vista Oceano: dove dormire a Essaouira

A Essaouira abbiamo dormito in un riad semplice e tranquillo, di gestione familiare, in perfetta simbiosi con la città. Il Riad Kefira è affacciato proprio sui bastioni della città. Dal cortile interno, su cui si affacciano tutte le camere, ci sono mappe, oggetti colorati e guide turistiche, che farebbero impazzire ogni viaggiatore. Dalla finestra della piccola camera matrimoniale è possibile restare a fissare le onde dell’Oceano che si infrangono sulle rocce.

essaouira-dove-dormire-riad-kefila

La vera chicca però è la terrazza sul tetto, da cui godere di una vista privilegiata sull’Oceano e sui tetti bianchi di Essaouira!

Se poi alla mattina vi viene servita una colazione così direi che il quinto motivo che vi vogliamo lasciare è proprio questo: la bellezza di iniziare la giornata respirando a pieni polmoni l’aria del mare, assaggiando prodotti tipici marocchini, tra miele, olio di argan, crêpe, pane fresco, marmellata e spremute d’arancia…

visitare-essaouira-colazione-sul-mare

You Might Also Like

12 Comments

  • Reply Laura maggio 29, 2018 at 10:48 am

    Che meraviglia, sembra quasi di sentire il rumore delle onde. Il Marocco e’ entrato di forza nella mia wishlist e mi piacerebbe moltissimo fare un tour tra le varie citta’. Mi segno il consiglio sul riad.

  • Reply Priscilla maggio 29, 2018 at 9:37 am

    Grazie per avermi dato modo di conoscere questa splendida città. I miei suoceri ci sono stati anni fa e me ne hanno sempre parlato come un posto straordinario. Sono contenta di aver letto che è davvero così

  • Reply Silvia maggio 29, 2018 at 8:27 am

    Wow questo articolo ti trasporta davvero in Essaouira! Ne percepisci l’atmosfera e l’essenza. Le foto sono davvero stupende, è un piacere leggere un post così ben fatto. 😉

    • Reply Annalisa e Francesco maggio 29, 2018 at 8:34 am

      Grazie mille Silvia! Mi fa davvero piacere leggere questi commenti! Oltre a trasportare voi, mi ci catapulterei di nuovo io. È davvero un luogo speciale del Marocco!

  • Reply Barbara maggio 22, 2018 at 11:14 am

    Ci sono stata nel 2007…siamo partiti all’avventura con uno zaino in spalla e senza prenotare nulla! Un branco di matti insomma…ma è stata un’esperienza indimenticabile! Il Marocco è meraviglioso, e tu hai reso l’idea perfettamente!

    • Reply Annalisa e Francesco maggio 23, 2018 at 4:34 am

      Che bella avventura!!! Sono i viaggi migliori! 🙂 Il Marocco è davvero fantastico, ti ringrazio per essere passata!

  • Reply Selene maggio 22, 2018 at 10:41 am

    Il Marocco è una delle mete che sto sognando e tenendo d’occhio per i prossimi viaggi!
    Le tue foto mi hanno fatto venire ancora più voglia: bellissime!
    Il Porto antico di Essaouira e il Mercato del pesce devono essere luoghi davvero affascinanti!

    • Reply Annalisa e Francesco maggio 23, 2018 at 4:33 am

      Grazie Selene! Di itinerari per il Marocco possono essercene davvero tantissimi. Però sì il porto antico di Essaouira a noi ha colpito davvero tanto. Sono stati due giorni pienamente goduti 🙂

  • Reply Lucia maggio 22, 2018 at 8:34 am

    Mi sarebbe tanto piaciuto fare un viaggio in Marocco ma ora, col bimbo piccolo, è una di quelle mete che non mi sento di affrontare. Magari quando sarà più grande, chi lo sa…

    • Reply Annalisa e Francesco maggio 23, 2018 at 4:32 am

      Ciao Lucia, capisco! Ho visto in realtà molte famiglie in giro, ma ad esempio Marrakech non è il posto ideale per un bambino piccolo. Essaouira è già diversa da questo punto di vista!

  • Reply Yahima maggio 22, 2018 at 7:19 am

    Le foto sono semplicemente meravigliose e veramente ricreano l’atmosfera che ci hai raccontato. E’ da un po’ che vorrei andarci e ora ho delle ottimo argometazioni per sceglierla, besitos

    • Reply Annalisa e Francesco maggio 22, 2018 at 11:48 am

      Grazie mille! Essaouira è davvero bella, soprattutto colpisce l’atmosfera quindi sì, da inserire assolutamente nell’itinerario 🙂

    Leave a Reply